Quali documenti sono necessari prima del matrimonio?

Tempo di lettura stimato: 3 minuti

Domanda:

Devo sposarmi e non sono sicuro di quali siano i documenti necessari, potrei avere delucidazioni?

Risposta:

Grazie mille per la domanda, il matrimonio è uno degli eventi più belli della vita di un individuo, forse uno di quei pochi eventi che non si dimenticheranno mai, persino in vecchiaia rimarranno in memoria le parole, le immagini e le sensazioni di quel meraviglioso giorno.

Tuttavia esiste anche un lato burocratico che seppur meno “vissuto” prevende delle pratiche e dei documenti che vanno necessariamente compilati prima del grande giorno.

Esistono diverse situazioni di partenza in base alle quali l’iter burocratico del matrimonio sarà diverso, ma niente paura le analizzeremo tutte nel dettaglio:

Due fidanzati

Questa è la situazione più semplice: il caso di due fidanzati NON conviventi che dopo il periodo di fidanzamento decidono di sposarsi.

In questa situazione il primo passo è fissare la data delle nozze con il sacerdote che celebrerà il sacramento, nel caso non venisse celebrato nella chiesa del sacerdote è necessario anche verificare l’effettiva disponibilità recandosi alla location dove si desidera effettuare la celebrazione.

È necessario contestualmente recarsi all’ufficio di stato civile del proprio comune per richiedere le pubblicazioni di matrimonio, qui i documenti necessari sono:

  • documento di identità dei futuri sposi
  • codice fiscale
  • stato di famiglia
  • marca da bollo
  • autocertificazione che verrà compilata direttamente presso l’Ufficio di Stato Civile.

In caso uno dei due coniugi sia straniero sarà per lui/lei necessario in aggiunta ai documenti sopra riportati anche:

  • Certificato di nascita
  • Nulla osta per il matrimonio rilasciato dal paese di origine
  • Assicurarsi che il documento presentato sia valido internazionalmente (es: passaporto)

Dopo la pubblicazione sarà necessario attendere almeno 11 giorni

Tutto questo per ottemperare ai documenti necessari richiesti dallo Stato Italiano, mentre per la Chiesa è necessario per prima cosa iscriversi ad un corso prematrimoniale, questi corsi non partono spesso e hanno una durata molto variabile che può arrivare anche a molti mesi, quindi individuate subito quello a cui vorrete iscrivervi e organizzatevi di conseguenza.

Una volta finito il corso siete a buon punto, adesso dovrete procurarvi:

  • certificato di Battesimo
  • certificato di Cresima
  • certificato di Stato Libero Ecclesiastico
  • attestato di partecipazione al corso prematrimoniale

A questi va aggiunto il nulla osta del vostro parroco se volete celebrare il matrimonio in una parrocchia diversa da quella in cui risiedete.

Tutti gli altri certificati vanno reperiti nelle parrocchie in cui avete celebrato i relativi sacramenti.

Questi documenti hanno una durata massima di 6 mesi (passati i quali dovrete richiederli nuovamente) quindi calcolando questo dovrete procurarveli gli ultimi 6 mesi prima della data delle nozze.

Se uno dei futuri sposi non ha ottenuto a suo tempo il sacramento della cresima, dovrà inoltre provvedere a frequentare un corso per la cresima di adulti e ricevere il sacramento prima delle nozze, anche in questo caso i corsi possono essere lunghi e il sacramento della confermazione per gli adulti non viene celebrato spesso (in genere 1 volta l’anno) quindi informatevi con largissimo anticipo.

Due fidanzati conviventi

In questo caso, i documenti e i passi da seguire saranno i medesimi ma con una piccola differenza, se uno dei due fidanzati non ha conseguito il sacramento della confermazione, non potrà farlo prima del matrimonio.

Per conseguire il sacramento della cresima infatti, è necessario che chi lo riceve sia in una situazione di grazia, cosa che non avviene nel caso essa/o conviva con un’altra persona come fidanzato/a.

In questo caso sarà necessario consegnare alla curia della propria Diocesi una lettera di intenzione in cui viene chiesta la possibilità di celebrare il sacramento del matrimonio con la promessa subito dopo di frequentare un corso per la cresima di adulti e di conseguenza fare la cresima, dopo il matrimonio quindi si rientrerà in stato di grazia “regolarizzando” la convivenza e successivamente lui/lei si potrà sottoporre al sacramento dell confermazione.

Due persone sposate civilmente

Nel caso due persone fossero sposate ma soltanto civilmente, ovvero presso il comune, l’iter è lo stesso che per i fidanzati conviventi – vedi sopra- con la differenza che in questo caso non serviranno i documenti riguardanti l’iter burocratico dello Stato Italiano: in questo caso infatti i due sono già coniugi per lo Stato Italiano e lo diventeranno nuovamente solo per la Chiesa.

Uno dei due fidanzati è di un’altra religione

Nel caso uno dei due fidanzati non sia di religione Cristiano-Cattolica si parla di matrimonio misto, in questo scenario sono necessari anche i seguenti documenti:

  • Dichiarazione di non abbandono la propria fede
  • Dichiarazione di impegno all’educazione della prole seguendo i principi della religione cattolica
  • Dichiarazione di impegno a lasciare libertà al coniuge di professare la propria fede

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *